Itinerari e luoghi: fotografare in Cappadocia

 

La Cappadocia è un altipiano situato al centro della Turchia, nel quale formazioni geologiche particolari hanno dato vita ad un paesaggio unico al mondo e di grande suggestione visiva. E’ uno scenario particolarmente stimolante per gli appassionati di paesaggio naturale, che si troveranno nelle condizioni ideali sia con un approccio tradizionale (alla Ansel Adams, per intenderci) sia ricorrendo alle nuove tecniche dell’era digitale (High Dynamic Range e Panoramiche ottenute con la fusione di più file).

PERCHE’

Per gli straordinari scenari naturali, facilmente accessibili. Per le ottime ed economiche strutture ricettive. Per la possibilità di effettuare “economici” voli in mongolfiera. Per la possibilità di scoprire le meraviglie di Istanbul (Moschea Blu, Aya Sofia, palazzo Topkapi, Basilica Cisterna, Bosforo, ecc.) e della regione in una sola settimana e spendendo meno di 1000 euro (volo in mongolfiera compreso).

DOVE

A Goreme e dintorni troverete quanto vi basta per una full immersion nello straordinario mondo dei “camini delle fate

COME

Volo aereo fino a Istanbul. Vi consiglio di trascorrere un paio di giorni in questa splendida città, e di trasferirvi poi allì’aeroporto per i voli interni, il modernissimo Sabiha Gokchen, per prendere il volo giornaliero per Kayseri. Qui nel parcheggio antistante l’aeroporto troverete l’auto che avrete noleggiato su internet prima della partenza. Per arrivare a Goreme non vi occorrerà più di un ora di guida, su strade ben asfaltate. Per i due voli non spenderete più di 350 euro, mentre l’auto vi costerà al massimo 30 euro al giorno. Avendo una settimana a disposizione, sconsiglio di raggiungere la Cappadocia direttamente da Istanbul con l’auto. In molti lo fanno, approfittandone per visitare Pamukkale e la costa meridionale. In questo modo però giungerete a Goreme avendo solo un paio di giorni a disposizione: troppo pochi. Molto meglio trascorrere 2 giorni a Istanbul e dedicarne 4 interi alla regione di Goreme. Per il pernottamento c’è solo l’imbarazzo della scelta. Una breve ricerca col sito booking.com vi permetterà di visualizzare decine di sistemazioni, in posizioni più o meno panoramiche. Gli alberghi e le pensioni sono pulite e ben arredate, e offrono spesso la colazione su terrazze con vista sulle formazioni rocciose. Il prezzo varia da 15 a 30 euro a persona per notte, colazione abbondante inclusa. Goreme è poi piena di ristorantini caratteristici, caratterizzati da un ampia scelta di piatti e da prezzi accessibili (una quindicina di euro al massimo).
Per il volo in mongolfiera, vi conviene trattare direttamente sul posto. Lo stesso albergo presso il quale alloggerete è in grado di organizzarvi l’escursione, che parte ogni mattina all’alba e dura circa un’ora. Anche se alcune compagnie arrivano a chiedere 150-200 euro, il prezzo “giusto” si aggira intorno ai 100 euro.

QUANDO

Da aprile a ottobre. Anche nei mesi più caldi, data l’altitudine, la temperatura difficilmente supera i 28-30 gradi, nelle ore centrali.
Tra giugno e settembre il clima è straordinariamente asciutto e piacevole.

CONSIGLI FOTOGRAFICI

Sulle mongolfiere lo spazio a disposizione e le possibilità di movimento sono estremamente ridotte (in una cesta sono ammassate fino a 16 persone!!). Cercate quindi di avere tutto pronto a portata di mano. Quindi: un solo corpo macchina con obiettivo da grandangolo a tele. Oppure due corpi macchina con l’accoppiata 18-55 (meglio ancora un 10-20) e 55-300. Regolate la macchina su ISO bassi e impostate pure l’automatismo sul Programma, per concentrarvi sulla composizione. Dall’alto si possono prendere dettagli delle mongolfiere con il paesaggio sullo sfondo. Nelle vedute di insieme, cercate sempre di mettere una o più mongolfiere nell’inquadratura, per evitare immagini troppo piatte. Utilizzate invece il teleobiettivo per ritagliare particolari delle formazioni rocciose da una prospettiva insolita e suggestiva.

I voli si svolgono SEMPRE a cavallo dell’alba, per cui la luce sarà certamente la migliore. Scattate in Raw per poter effettuare la calibrazione dei colori in un successivo momento.
Consigliamo anche di recarsi presso le aree di decollo dei palloni anche se non intendete partecipare al volo. Lo spettacolo delle decine di mongolfiere che si alzano in volo coi primi raggi del sole tra spettacolari formazioni rocciose, è qualcosa di veramente unico. Portate il treppiede, vi sarà utile per fotografare prima dell’alba e dopo il tramonto, o per realizzare in modo più rigoroso immagini HDR o panoramiche.